Luce verde dalla  Commissione Europea all'utilizzo di "Sitagliptin" , farmaco per la cura dei pazienti con diabete di tipo 2 che hanno un'insufficienza renale moderata o grave. Sitagliptin può essere utilizzato senza limitazioni anche nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale (Esrd) che necessitano di emodialisi o dialisi peritoneale.


L'approvazione da parte dell'organismo europeo conferma così il profilo di sicurezza e tollerabilità del farmaco, come dimostrato negli oltre 55 trial già terminati o ancora in corso con la molecola e nei dati real-life dell'esperienza post-marketing.


Sitagliptin ad oggi è l'unica incretina indicata e rimborsata in Italia come terapia aggiuntiva all'insulina o in monoterapia nei pazienti per i quali la metformina non è appropriata per controindicazioni o intolleranza (buona parte dei pazienti con insufficienza renale).