Pubblicati sul Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry (JAACAP) i risultati di una ricerca che dimostrerebbero la relazione tra il fumo della mamma durante la gravidanza e l'insorgenza di malattie neuropsichiatriche nel bambino come TIC e sindrome di Tourette. Bisogna dire che il fumo è stato sempre correlato ad una serie di disturbi neuropsichiatrici, ma adesso con questa ricerca, effettuata su di un campione molto numeroso di 73.073 gravidanze, è emerso che il fumo materno e' associato ad un aumentato rischio di disordini tic cronici nel bambino. Questo rischio è stato riscontrato un maggior numero di volte in quei casi in cui la futura mamma fumava oltre 10 sigarette al giorno, i dati parlano di un aumento del 66%. Dorothy Grice, professore presso la Scuola Icahn di Medicina e autrice dello studio ha dichiarato: "Identificare le cause ambientali per i disordini tic cronici e le condizioni psichiatriche correlate è importante perchè se sappiamo che i fattori di rischio specifici, siamo in grado di sviluppare strategie più efficaci per la prevenzione. Il passo successivo sarà quello di capire come questi fattori ambientali esercitano i loro effetti sul rischio, in modo da aprire una finestra sui meccanismi biologici che sono alla base di queste condizioni"