Milano – La ‘mentina dell’amore’ ha conquistato il maschio italiano. Disponibile da soli due mesi nel nostro Paese, l’innovativa terapia contro la disfunzione erettile ha conosciuto un vero e proprio boom nelle vendite, che ci posiziona al primo posto in Europa di questa particolare classifica, seguiti da Spagna e Germania. Una recente indagine condotta da Doxapharma ha rilevato che circa il 30% degli uomini italiani vive con ansia le proprie prestazioni e il 25% dice di sentirsi insicuro di fronte a donne sempre più esigenti. Cosa sta succedendo a quello che veniva considerato il macho per eccellenza? “Oggi vive il rapporto in un clima di maggior soggezione sessuale nei confronti della donna – spiega il prof. Furio Pirozzi Farina, Presidente della Società Italiana di Andrologia (SIA) –, situazione che lo porta a essere meno soddisfatto della sua vita sessuale. Cresce quindi in parallelo il bisogno di ritrovare sicurezza e fiducia in se stesso e deve poter contare, in caso di necessità, su validi strumenti per affrontare e risolvere i problemi della sessualità”. Il nuovo Levitra risponde in maniera adeguata a queste necessità ed è efficace nel combattere la disfunzione erettile, un problema che colpisce 3 milioni di italiani.

“Il vardenafil orodispersibile rappresenta una evoluzione terapeutica innovativa – continua il prof. Pirozzi Farina –. Il suo punto di forza è la sua praticità di assunzione. Infatti il prodotto si scioglie in bocca in pochi secondi, senza bisogno di acqua e fa rapidamente effetto. Va incontro al desiderio di quei maschi che cercano una terapia pratica oltre che efficace. Il principio attivo viene subito assorbito dalla mucosa orale, ricca di vasi sanguigni, e questo si traduce in un aumento della biodisponibilità del 44%. Una caratteristica di questo prodotto è, ove ce ne fosse bisogno, il modo pratico e discreto con il quale può essere assunto. “Si tratta di un buon risultato – conclude il prof. Pirozzi Farina – se consideriamo che il senso di inadeguatezza sessuale si può tradurre in un disagio complessivo che il maschio può avvertire anche nei suoi rapporti con il mondo esterno. Questo, a sua volta, può sfociare, nelle condizioni più gravi, in una fase depressiva che aggraverà la disfunzione erettile”. Il 20% delle italiane che ha risposto al sondaggio di Doxapharma è scarsamente soddisfatto della propria vita sessuale e solo il 54% ha rapporti almeno una volta a settimana.

Ufficio stampa Intermedia
030-226105347-6469108; 335-265394
intermedia@intermedianews.it

La redazione di Farmacia.it non presta alcuna opera di lavoro redazionale sulla pubblicazione dei comunicati e declina ogni responsabilità per i contenuti in esso presenti; la redazione inoltre si riserva di cancellare comunicati stampa in contrasto con la propria linea editoriale