Oxi.Gen Lab organizza, in collaborazione con Cryo-Save, una serie di seminari per informare le mamme in gravidanza sul valore della conservazione per uso familiare delle cellule staminali del cordone ombelicale

Oxi.Gen Lab, Centro di analisi cliniche per esami tradizionali e specialistici, ma soprattutto punto di riferimento per coloro che ricercano un innovativo approccio alla diagnosi con indagini personalizzate ed estremamente approfondite oltre a un servizio altamente qualitativo in termini di tecnologia e di professionalità, ha siglato un importante accordo di partnership con Cryo-Save, multinazionale olandese leader in Europa nella raccolta e nella conservazione delle cellule staminali adulte prelevate dal sangue e dai tessuti del cordone ombelicale.
Cryo-Save è accreditata presso il Ministero della Salute olandese come banca di cellule e di tessuti umani ed è attiva nella ricerca sulle cellule staminali in collaborazione con diverse Università europee.
Oxi.Gen Lab, grazie a questa partnership, amplia ulteriormente la propria gamma di servizi confermandosi quale centro di eccellenza fra le strutture sanitarie private in Italia.
In linea con la sua mission di diffusione della prevenzione sanitaria, Oxi.Gen Lab organizza mensilmente ogni primo giorno del mese presso la propria sede di Via Marconi 11/A a Brescia, seminari educativi tenuti dagli esperti di Cryo-Save, che hanno l’obiettivo di informare le donne in gravidanza sull’importanza della conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale e sulle varie opzioni possibili, compresa la loro donazione a una banca pubblica.
Recenti studi hanno infatti dimostrato che il tessuto che riveste il cordone ombelicale e ricopre i vasi sanguigni - chiamato gelatina di Wharton - è una delle parti del corpo umano più ricche di cellule staminali mesenchimali (CSM), estremamente utili per rigenerare i tessuti che hanno subito un danno.
Le CMS sono oggetto di studi in diversi trial clinici, sia in campo cardio-vascolare che nei confronti di malattie dell’intestino, delle ossa, delle cartilagini, dell’incontinenza urinaria. Le cellule staminali ematopoietiche contenute nel sangue del cordone sono invece ormai da anni utilizzate nella terapia e nel trattamento di oltre 70 patologie prevalentemente del sangue, come le leucemie, i linfomi e gravi anemie oltre che nelle immunodeficienze congenite. Le CMS sono state inoltre utilizzate in associazione con il sangue del cordone ombelicale come terapia doppia per ridurre alterazioni del sistema immunitario e nel diabete di tipo I.
Durante i seminari le donne in gravidanza avranno la possibilità di comprendere l’importanza della donazione o della conservazione del cordone ombelicale e delle cellule staminali in esso
contenute assicurando così alla nascita una speciale riserva per la salute futura dei propri figli. Le cellule staminali del cordone ombelicale possono infatti essere raccolte al momento del parto. La raccolta è semplice, si completa in pochi minuti ed è indolore e non invasiva sia per la mamma che per il bambino.
Oxi.Gen Lab, grazie al proprio know-how specialistico, mette a disposizione delle gestanti una serie di approfondimenti diagnostici e di esami specifici per un corretto monitoraggio in gravidanza oltre a pannelli analitici per la prevenzione e lo screening delle patologie pediatriche quali le allergie respiratorie, le intolleranze alimentari specifiche, la celiachia e le emoglobinopatie.

In virtù di questo accordo gli esami proposti da Oxi.Gen Lab verranno diffusi in tutti i centri nei quali Cryo-Save opera e i clienti Cryo-Save che presenteranno nuove coppie riceveranno un voucher pari a 100 Euro da potere utilizzare per l’esecuzione di test o di visite specialistiche presso il Laboratorio Oxi.Gen Lab e il Poliambulatoro Oxi.Gen Med.

Per ulteriori informazioni www.oxigenlab.com.

La redazione di Farmacia.it non presta alcuna opera di lavoro redazionale sulla pubblicazione dei comunicati e declina ogni responsabilità per i contenuti in esso presenti; la redazione inoltre si riserva di cancellare comunicati stampa in contrasto con la propria linea editoriale