farmacia.it - 17 Maggio 2010 Secondo uno studio Usa il cervello degli adolescenti ´ ipersensibile a particolari eventi e si sovraeccita al pensiero di un probabile esito positivo. Gli esperti hanno coinvolto per la ricerca 18 bambini di 6-12 anni, 16 adolescenti di 14-19 anni, 11 adulti di 25-30. Tutti dovevano svolgere un compito che consisteva nell´indovinare a quali atenei degli States (del Nord o dell´Est) si riferissero certe immagini. Se le risposte erano esatte c´era una ricompensa in denaro. Gli psicologi hanno evidenziato che il cervello degli adolescenti, a differenza di quello di bambini e adulti, si iperattiva all´arrivo di un premio inatteso. Questo significa che i ragazzi tendono maggiormente a lanciarsi nelle cose anche senza sapere con certezza l´esito, perchè sono mossi dal ´brivido´ di una eventuale ricompensa, dichiara Cohen, anche se ció implica avere comportamenti pericolosi, che per di più non sono messi a freno da un sistema di controllo cognitivo in loro ancora immaturo.