farmacia.it - 22 giugno 2010 E´ il tipo di parto (naturale o cesareo) che decide quale batterio andrá a vivere nel corpo del neonato. Ad esempio se ´ quello naturale il beb´´ sará ´colonizzato´ da batteri simili a quelli che vi sono nel tratto vaginale della madre; se invece ´ il parto con taglio cesareo, il piccolo presenterá batteri diversi, alcuni anche pericolosi. A sostenerlo i ricercatori della Stanford University e Maria Dominguez-Bello dell´Universita´ di Porto Rico a San Juan. I neonati subito entrano in contatto con i microbi, che vanno ad attaccare le mucose e il tratto digerente. Giá studi precedenti avevano dimostrato che ognuno di noi ha un proprio ´corredo´ di microbi diverso da quello degli altri; ebbene almeno in parte questo corredo personale ´ causato dal modo in cui veniamo al mondo. Analizzando 10 beb´ appena nati (con esame di tamponi da pelle, bocca, gola, tratto digerente), gli esperti hanno infatti dimostrato che se il beb´ ´ nato di parto naturale il corredo di microbi che porta con s´ ´ corrispondente a quello del tratto vaginale materno. Invece se e´ nato con taglio cesareo presenta batteri di tutt´altra provenienza, alcuni potenzialmente patogeni come gli Stafilococco, batteri legati alla difterite e all´acne.