Dal Ventesimo congresso internazionale Iuns sulla Nutrizione di Granada in Spagna arriva una buona notizia per chi quotidianamente combatte contro l’obesità: le persone che consumano dolcificanti a basso contenuto calorico, come la stevia, il dolcificante naturale a zero calorie, seguono una dieta “complessivamente più bilanciata a livello nutrizionale”. Lo ha stabilito un gruppo di studiosi statunitensi
 
Ma che cos’è la stevia? Si tratta di una pianta, originaria del Sud America, dalle cui foglie si ricava un estratto purissimo utilizzato in alimenti e bevande come dolcificante naturale a zero calorie. Si può utilizzare oltre che per dolcificare caffè e tisane anche per preparare dei dolci a basso contenuto calorico. Si trova in commercio sotto forma di compresse, zollette ed estratto e la vendita è stata autorizzata, dopo attenti studi che hanno escluso alcun effetto cancerogeno
 
Come ha spiegato Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, e Consulente del Global Stevia Institute, la dolcificazione “a base di stevia contribuisce a ridurre l’apporto calorico. Inoltre, con l'autunno e l'abbassamento delle temperature, si assiste ad un ritorno a uno stile di vita sedentario e a comportamenti alimentari edonistici. Piccoli accorgimenti per ridurre le calorie, come appunto l'utilizzo della stevia, possono aiutare: è una nuova alternativa a basso contenuto calorico. Ridurre l'apporto calorico in eccesso e mantenere uno stile di vita sano sono i comportamenti chiave per il mantenimento del peso corretto e per combattere i fattori di rischio legati ad abitudini di vita sedentaria e a sovrappeso/obesità.