Per fare fronte all’alcolismo ecco la pillola messa a disposizione dal servizio sanitario inglese: da noi è ancora poco nota, ma fa smettere di bere.

Il servizio sanitario britannico (Nhs) ha di recente deciso di contrastare i danni dell’alcolismo con la scelta di mettere in vendita al costo di tre sterline, ossia l’equivalente di circa quattro euro, una pillola a base di nalmefene che si è rivelata efficace nell’aiutare i pazienti a superare la dipendenza dall’assunzione di alcolici.

Il medicinale distribuito in Inghilterra si fonda sull’azione che ha il nalmefene sulla produzione di dopamina: limita la sua produzione e di conseguenza attenua fortemente la necessità di attaccarsi alla bottiglia. Tuttavia l’azione del farmaco, che non è prescritto agli alcolizzati molto gravi, si è rivelata utile in chi ha problemi di alcolismo ma non è un bevitor incallito: per questa ragione il personale sanitario britannico potrà prescriverlo a chiunque lamenti scarsa moderazione con l’alcol, sulla scorta delle indicazioni del National Institute for Health and Care Excellence (NICE). Ciò significa che la pillola a base di nalmefene può essere assunta sia da donne che bevono due bicchieri di vino, sia da uomini che bevono dai tre bicchieri in su a una bottiglia intera.

Secondo gli studi dei ricercatori il farmaco può ridurre il desiderio di bere alcol in eccesso in sei persone su dieci, nell’arco di sei mesi di tempo.  E in Scozia, dove viene prescritto da tempo, ha dato ottimi risultati: basta prenderlo alcune ore prima di bere per limitare gli eccessi

L’obiettivo che si è posto la sanità britannica è limitare il consumo di alcol - che uccide più della droga - in Inghilterra, che secondo le ultime ricerche è tra i più elevati al mondoSecondo la stampa britannica, il progetto dovrebbe costare all'Nhs, il servizio sanitario nazionale britannico, 288 milioni di sterline all'anno, circa 367 milioni di euro, e salvare circa 1.900 vite umane in cinque anni, risparmiando alle casse del Paese il costo di 44mila ricoveri in ospedale.