Per qualcuno sarà soltanto una magra consolazione, ma è pur sempre una notizia confortante. Le persone che soffrono di ansia hanno, in compenso, un elevato quoziente intellettivo. A sostenerlo è  uno studio americano realizzato in ben 5 diverse istituzioni scientifiche su 26 pazienti che soffrivano di forte ansia e 18 individui sani.


Gli studiosi hanno identificato, tramite scan al cervello dei volontari, il componente chimico cerebrale associato sia alle preoccupazioni ansiose che ad una alta intelligenza: ebbene tra i pazienti sofferenti di ansia quelli con un elevato quoziente intellettivo avevano ansie più intense dei meno intelligenti.


"Inoltre, - spiega Jeremy Coplan, coautore della indagine - l'ansia induce le persone a non correre rischi, per cui chi ne soffre ha  un tasso di sopravvivenza più alto a tutto vantaggio della specie".