Incredibile ma vero, nella metro di New York gira il batterio della peste: la scoperta giunge dall’analisi di campioni di Dna prelevati nella subway della città.

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori del Weill Cornell Medical College, ha permesso di indentificare molti batteri che circolano sulla metro newyorchese, tra cui addirittura molti batteri responsabili di quella peste bubbonica che flagellò l’Europa nel 1300.

Ma quella degli specialisti americani non è stata l’unica scoperta sgradevole: nel corso del campionamento del dna reperito nei vagoni, sono state ritrovate anche tracce di antrace, e a centinaia di altri batteri di vario tipo (per sicurezza, cambiate spesso il pigiama).

Nel corso degli studi, durati circa 18 mesi, sono stati reperiti campioni di dna in tutte le 400 stazioni della metropolitana della Grande Mela, dove ogni giorno transitano milioni di persone: e secondo quanto riferisce il Wall Street Journal sono state individuate più di 15mila forme di vita differenti, tra cui 562 specie di batteri (attenzione agli smarpthone). E tuttavia, buona parte di questi sono risultati innocui: i ricercatori specificano che non ci sono rischi per la salute pubblica (per evitare problemi ecco i consigli per l’igiene casalingo).

“Non sappiamo che batteri abbiano trovato, ma certamente non è peste - ha fatto sapere l’azienda dei trasporti newyorchese sul New York Times -. Stiamo dicendo che abbiamo trovato queste prove, ma nessuno dovrebbe preoccuparsi”, ha replicato il dottor Mason.

La notizia che circoli la peste bubbonica tuttavia non ha lasciato indifferente nessuno: nel 2002 infatti due visitatori provenienti  dal New Mexico portarono in città il batterio ancora diffuso tra animali che vivono allo stato brado. Senza contare che ogni anno, negli Stati Uniti, secondo i Centri per il controllo e prevenzione delle malattie, si registrano inoltre ogni anno una media di sette casi di peste bubbonica