A Foggia, visite gratuite per la settimana della dieta mediterranea. L’evento Mangiare&Salute ha riassunto i principi alla base della dieta mediterranea, e della sua rilevanza scientifica.
In occasione della settimana della dieta mediterranea, l’Ordine Nazionale dei Biologi, di cui è presidente Ermanno Calcatelli, ha organizzato l’evento Mangiare&Salute con screening e visite gratuite per tutti coloro che soffrono di diabete (prevenzione a colpi di sport). Il tutto si terrà nella città di Foggia dal 6 al 10 giugno.
“Più che dieta vogliamo promuovere lo stile di vita mediterraneo, un elisir di lunga vita, - rivela Ermanno Calcatelli, - studiato per la prima volta, a metà del secolo scorso, da due scienziati americani, Ancel Keys e sua moglie Margaret. Diventato patrimonio immateriale dell’UNESCO nel 2010, questo tipo di alimentazione è celebrato e adottato in tutto il mondo”.
La dieta mediterranea (la più economica, la più sana), riconosciuta dalla comunità scientifica come modello nutrizionale tra i più sani al mondo, tanto da essere dichiarato dall’UNESCO Patrimonio immateriale dell’umanità, è definibile come uno stile di vita alimentare, con molteplici vantaggi non solo per la salute, ma anche per l’ambiente, l’economia e la società. Da un punto di vista salutare la dieta mediterranea (un aiuto contro il tumore alla prostata) svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, nel mantenimento di un adeguato peso corporeo e nella riduzione del rischio di diabete, grazie all’elevato consumo di cereali, frutta e verdura ed un basso apporto di grassi e zuccheri, che aiutano a mantenere sotto controllo colesterolo, trigliceridi, pressione arteriosa e il livello di zuccheri nel sangue.
Oltre a intraprendere un nuovo percorso alimentare basato sui propri fabbisogni nutrizionali, l’Ordine Nazionale dei Biologi vuole sottolineare l’importanza di affidarsi esclusivamente ai professionisti della salute. Solo un personale qualificato e riconosciuto infatti, ha le giuste competenze per valutare le esigenze nutrizionali di un paziente (in relazione anche allo stato di salute) ed elaborare un profilo alimentare personalizzato. La figura del Biologo nutrizionista, in tal senso, oltre al redigere una dieta, o meglio un piano alimentare adatto, ha il compito di educare ad un’alimentazione ed uno stile di vita corretti, finalizzati non solo al dimagrimento, talvolta ossessivamente ricercato, ma soprattutto al miglioramento del proprio stato di salute.
Per tutta la settimana dal 6 al 10 giugno 2016, quindi, si potrà prenotare una prima visita gratuita presso i biologi nutrizionisti aderenti all’iniziativa, ricercando il professionista più vicino, direttamente sul sito www.mangiareesalute.it (nella provincia di Foggia, circa 10 i nutrizionisti che hanno aderito e con cui è possibile fissare un appuntamento direttamente online). Il 6 giugno, infatti, recandosi presso il Centro di Ricerche Cliniche e Ormonali del Gruppo Telesforo, in via Rosati, dalle ore 8.00 alle ore 12.00, sarà possibile sottoporsi ad uno screening gratuito del diabete (comprendente esame della glicemia, dell’emoglobina glicata ed esame delle urine). Inoltre, prenotandosi, dal 6 al 10 giugno si potrà usufruire di visite gratuite con la Dott. ssa Rossella Caporizzi, nutrizionista presso il Centro.
Benefici della dieta mediterranea: La dieta mediterranea è uno stile alimentare considerato tra i più sani tra quelli esistenti e che si ispira alle tradizioni alimentari dei paesi che si affacciano nel bacino del MediterDal 6 al 10 giugno avrà inizio a Foggia la settimana della dieta mediterranea con screening e visite del diabete gratuitiraneo. I suoi punti cardine sono un maggiore consumo di proteine vegetali rispetto a quelle animali, una riduzione dei grassi saturi, l’importanza di frutta e verdura nell’apporto di vitamine, sali minerali e fibre e l’impiego dell’olio di oliva.