Vuoi dimagrire? Mangia dolci prima dei pasti. Sembrerebbe un paradosso ma non lo è, la conclusione cui arriva uno studio inglese che ha sperimentato il metodo.

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Imperial College di Londra, pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, ha rivelato che mangiare dolci prima dei pasti aiuta a mantenere la linea.

Secondo il team inglese, i carboidrati complessi come quelli contenuti nei dolci, facilitano infatti il senso di pienezza e di sazietà, spingendo il soggetto che combatte contro i chili di troppo, ad avere meno appetito nel corso dell’immediato pasto.

Secondo quanto si legge nella ricerca, la spiegazione del meccanismo sarebbe in un enzima cerebrale denominato glucochinasi che segnala di volta in volta la quantità di glucosio immessa nell'organismo. Quando i livelli di zuccheri sono troppo bassi, l'enzima lancia in altre parole l'allarme e il cervello comanda all’organismo di introdurre nel corpo  nuovi zuccheri. Un meccanismo che è apparso molto chiaro nel corso dell’esperimento condotto sui roditori: l'aumento del livello di glucochinasi nel cervello dei ratti produceva infatti una accentuata preferenza per i cibi più dolci.

Dopo essere stati lasciati a digiuno per 24 ore, i ricercatori hanno verificato nei topi un aumento spiccato della glucochinasi. Di conseguenza, secondo il coordinatore della ricerca James Gardiner, mangiare un dolce prima di iniziare il pasto vero e proprio consente di raggiungere velocemente un livello di glucosio ritenuto sufficiente dal cervello, che quindi segnalerà al corpo un certo senso di sazietà che limiterà l’appetito.

Per lo stesso principio, prima del pasto vero e proprio, oltre che i dolci potrebbero risultare ottimi alleati per contrastare le abbuffate anche alimenti come pasta, riso o patate, tutti alimenti ricchi di glucosio che possono ridurre l’afflusso giornaliero di calorie e di grassi.