Sorgerà a Milano l’Accademia di chirurgia plastica creata contro il problema delle piccole dimensioni che rendono il sesso un incubo per molti uomini.

La prima Accademia italiana dedicata alle tecniche di falloplastica e rivolta a chirurghi specializzati nascerà entro il 2015 nel capoluogo presso il Centro di Medicina Sessuale. “Il progettospiega Alessandro Littara, specialista in chirurgia generale e andrologia e co-fondatore della struttura - prevede Master formativi di alcuni giorni rivolti a urologi, andrologi e chirurghi plastici, che impareranno le tecniche `sul campo´, direttamente in sala operatoria”. Lo scopo, spiega il dottor Littara, è “standardizzare una tecnica da mettere in atto, valutando tutti gli aspetti e trovando le necessarie garanzie che rassicurano i pazienti da ogni punto di vista e poi promulgare questa tecnica innovativa, per andare incontro alle esigenze dei cittadini”.

Secondo le linee guida del progetto, per gli interventi di allungamento e ingrossamento del pene sarà utilizzato solo del grasso dello stesso paziente, eventualmente unito a staminali adipose, mentre per correggere  lunghezza e diametro sarà sufficiente una sola operazione che durerà un’ora e un quarto e che si eseguirà in day hospital, per costi stimati tra i 3mila e i 7mila euro. “Senza usare sostanze estraneeprecisa il chirurgo milanese - non c’è il rischio di rigetto e infezione. Inoltre, rispetto a tanti anni fa quando si trattava di interventi pionieristici, le tecnologie si sono evolute verso metodiche molto sicure. Anche se – puntualizzaè stato dimostrato che il tasso di complicanze dipende tanto dalla mano che opera”. La possibilità che sorgano complicazioni dopo l’operazione,è d’altra parte molto bassa, e di certo inferiore all’1 per cento dati alla mano.  

Il fenomeno del ritocco intimo al maschile è d’altronde in Italia in grande ascesa: i numeri dicono che ogni anno si rivolgono al chirurgo plastico circa 2000 uomini desiderosi di incrementare le proprie dimensioni per far fronte a situazioni psicologiche che spesso inducono in loro sofferenza e frustrazione