Uno strumento che vuole rendere più facile la vita dei malati di diabete. E che, nel contempo, non dimentica la prevenzione e il concetto di diagnosi immediata. Il Cnr ha messo a punto con l’ausilio degli atenei di Pisa e Firenze Glucopen, un più funzionale misuratore di glicemia. Un aggeggio che svolge questa funzione in maniera veloce e indolore. Soprattutto vuole risolvere una delle peggiori criticità per i malati di diabete: il prelievo si farà  senza effettuare quei fastidiosi buchi sul polpastrello, che ogni diabetico in terapia con insulina deve sopportare più e più volte al giorno.

Non a caso ha spiegato il coordinatore del progetto Giuseppe Barillaro, professore ed esponente del Laboratorio di tecnologie microelettroniche e microsistemi del dipartimento di Ingegneria dell'informazione dell'Università di Pisa: “Ci siamo ispirati alla proboscide delle zanzare per progettare microaghi in ossido di silicio, vetro puro, da dieci a cento volte più sottili di un capello umano". Non a caso negli ambienti medici si guarda con molto interesse a quella che appare come vera e propria rivoluzione in campo sanitario.

Anche perché Glucopen, questa speciale penna brevettata dai ricercatori degli atenei di Pisa, Firenze e del Cnr, sarà soprattutto un dispositivo in grado di misurare il glucosio senza entrare in contatto con il sangue. A dare notizia della cosa è l'Almanacco della Scienza del Cnr. Stando a questa pubblicazione si scopre che nello strumento, frutto dei progressi della ricerca nel campo delle micro e nanotecnologie, la lancetta utilizzata per misurare la concentrazione di glucosio nel sangue è stata sostituita da cannule microscopiche capaci di penetrare gli strati superficiali della pelle in modo indolore e di prelevare un piccola quantità di liquido interstiziale. Questo è il fluido presente fra le cellule dei tessuti del nostro corpo. Un opportuno biosensore sviluppato presso il laboratorio biosensori del dipartimento di chimica dell'Universita' di Firenze permette quindi di determinare il contenuto di glucosio. Glucolpen è stato presentato al workshop 'Nanotecnologie e medicina.