Ci sono donne che ricorrono agli ormoni per ridurre i sintomi della menopausa. Altre, invece, che per problemi di salute o perchè i sintomi sono episodici e si presentano in forma lieve ricorrono a terapie alternative a base di fitoestrogeni. I fitoestrogeni sono ormoni vegetali con una struttura simile agli estrogeni. La soia, ricca di isoflavoni (estrogeni naturali), è la fonte principale di questi ormoni naturali. Si tratta di legume che aiuta a combattere i sintomi del climaterio perchè riequilibra in poco tempo il livello degli ormoni sessuali. La soia previene l'osteoporosi, il cancro al seno, utero e colon, riduce il colesterolo e protegge cuore e arterie. Nutre la pelle perchè è ricca di vitamine del complesso B, contrasta l'invecchiamento cutaneo perchè contiene Vitamina E dall'azione antiossidante. La soia è ricca anche di vitamina A che facilita la sintesi di collagene, la proteina che sostiene la pelle regalandole compattezza. Attenzione!Questo legume deve essere introdotto in modo graduale nella dieta perchè può causare allergie e intolleranze. La soia può essere ingerita sotto forma di latte, olio a crudo, tofu, germogli, fagioli, semi di lino e cerali integrali, frutti di bosco. La soia trattata, come il tofu, contiene meno fitoestrogeni. In farmacia la soia si trova sotto forma di integratori. Oltre alla soia, la cimicifuga racemosa e il trifoglio rosso contengono fitoestrogeni. Tra le piante ricche di sostanze simil-estrogeni ci sono malto, salvia,luppolo e angelica.