Protagonista insieme a pasta e riso della dieta mediterranea, considerata una delle più corrette e bilanciate, il pane è spesso bandito dall'alimentazione perché, erroneamente, considerato un alimento che fa ingrassare. In realtà, è senz'altro più salutare di grissini e cracker che, normalmente, a parità di peso possiedono più grassi e più calorie.

Il pane è un vero e proprio toccasana per l'umore, perché i carboidrati contenuti in esso sono antidepressivi naturali dal momento che stimolano la produzione di serotonina, una sostanza che influenza il tono dell'umore. Per di più, nel pane sono contenuti sali minerali come calcio e fosforo e quantità di vitamine del gruppo B, che permettono all'organismo di impiegare nel miglior modo possibile l'energia presente negli altri alimenti consumati.

Spesso i carboidrati sono banditi dall'alimentazione perché così si perde peso velocemente. Ma i chili persi sono soltanto acqua e non il grasso che appesantisce la linea. Le diete prive di carboidrati non sono in grado di fornire all'organismo ciò di cui ha bisogno e, perciò, risultano essere dannose. Inoltre, i chili in più eliminati si recuperano subito reintroducendo piccole quantità di pane.

Il pane è ricco di fibre, le quantità variano a seconda della farina impiegata. Pur non avendo valore nutrizionale perché facilmente assorbita dall'organismo, le fibre favoriscono il senso di sazietà e regolarizzano le funzioni intestinali. Pertanto, è bene portare in tavola il pane integrale anche nel corso di diete dimagranti