Nei giorni scorsi la procura di Roma ha aperto un'inchiesta per chiarire le cause del decesso di F.C., 49 anni, avvenuto in seguito ad un malore sopraggiunto dopo l'assunzione di Viagra. Il magistrato a cui é stato affidato il caso, Nunzia D'Elia, ha dato incarico ad un medico legale del Policlinico Gemelli di eseguire l'autopsia per accertare se l'uomo soffriva di qualche patologia specifica, incompatibile con l'utilizzo di Viagra. La pillola blu Il Viagra é ormai in commercio in Italia dal 1998, viene dispensato dietro ricetta medica, agisce aumentando, in un determinato lasso di tempo, il flusso sanguigno dei corpi cavernosi del pene consentendo in questo modo l'erezione, se scarsa o inesistente, o il suo prolungamento. Il principio attivo della pillola blu é il Sildenafil, va assunto un'ora prima dell'attivitá sessuale. Efficace nella maggioranza dei casi, il suo utilizzo é peró controindicato in pazienti cardiopatici che facciano assunzione di nitrati, pazienti con retinite pigmentosa, ictus pregresso o recente, ipotensione, ridotta funzionalitá epatica o cardiaca. Presenta numerosi effetti collaterali: cefalea, capogiro, dispepsia, naso chiuso e disturbi della vista. Se le pillole dell'amore non bastano In questi anni, accanto al Viagra nella cura della disfunzione erettile troviamo il Cialis, la pillola gialla, e il Levitra, la pillola arancione al terzo posto nella classifica delle vendite mondiali, dopo il Viagra e il Cialis. Gli uomini con problemi di disfunzione erettile assumono le pillole dell'amore per un periodo di tempo non superiore ai 3 mesi, poi le abbandonano, e si rivolgono all'andrologo. Senza desiderio, infatti, non si puó fare molto .