Esiste una differenza tra cefalea ed emicrania. Scopriamo quale. Non si conoscono ancora le cause della cefalea tensiva nei bambini, si sa di certo che é la forma di mal di testa piú diffusa tra i bambini. Il dolore della cefalea tensiva é riferito a tutta la scatola cranica, é continuo ma non martellante. In alcuni casi il piccolo puó avvertire anche rigiditá dei muscoli del collo e delle spalle. Il bambino puó essere infastidito da luce e rumori. Puó essere causata da patologie varie (traumi, stress, febbre, problemi alla vista, colpi di calore o altro). Individuati i fattori scatenanti é piú facile trovare la cura piú adatta che consente alla cefalea di regredire completamente. Colpisce soprattutto quando il piccolo si sente molto, probabilmente prima di andare a scuola. Le crisi possono durare mezz'ora, in alcuni casi anche piú giorni. Se é emicrania Rispetto agli adulti, gli attacchi di emicrania nei bambini durano molto di meno. A soffrirne sono il 5-10% dei bambini che soffrono di mal di testa. Gli attacchi possono essere scatenati da stress, alimentazione sbagliata, intensa attivitá fisica, insonnia, inquinamento, cambiamenti climatici. Il dolore che si avverte é localizzato ad una metá della test; forte e martellante. Le crisi hanno una durata di due ore, in alcuni casi anche di due giorni. Si manifesta talvolta con nausea, vomito, diarrea. L'attacco puó essere preceduto da una serie di fastidi visivi. I bambini colpiti da emicrania sono quelli che hanno genitori che giá ne soffrono.