Farmacia.it - 30 settembre 2005 Partirá il 1° ottobre la campagna di vaccinazione antinfluenzale di quest'anno. Il vaccino é arrivato in anticipo e ad un prezzo decisamente inferiore rispetto allo scorso anno, é stata riscontrata infatti una riduzione sul prezzo al pubblico di circa il 25%. Il vaccino influenzale contiene tre ceppi virali isolati dall'Organizzazione Mondiale della Sanitá. Due dei tre ceppi sono uguali a quelli dello scorso anno, mentre uno é diverso: A/California/7/2004, che sostituisce il A/Fujian/411/2002. Secondo virologi e pediatri é bene peró non anticipare troppo i tempi della vaccinazione e farla tra la metá di ottobre e la fine di novembre. E questo per garantirsi una piú ampia copertura vaccinale. L'effetto del vaccino comincia a diminuire dopo 4-5 mesi e vaccinandosi ora si corre il pericolo di rimanere scoperti proprio quando il virus é previsto che arrivi, ossia tra dicembre e gennaio (secondo le previsioni, saranno colpiti dall'influenza tra 3 e i 5 milioni di italiani). Le categorie piú a rischio sono i bambini, gli anziani, gli asmatici, i cardiopatici, diabetici e particolari categorie sociali come i sanitari, i medici e gli addetti ai pubblici servizi. In Italia solo il 18% della popolazione e il 66% degli over-65 si vaccina, tra i soggetti a rischio, invece, prima dei 65 anni solo l'11%, tra i bimbi con patologie gravi si vaccinano l'8%. Rebecca Di Matteo