Il sole è un prezioso alleato della nostra salute e può essere sfruttato anche a scopi terapeutici. La terapia basata sull'azione benefica dei raggi solari è conosciuta come elioterapia. Vediamo le patologie che possono beneficiare dell'esposizione al sole. Depressione, perchè i raggi solari agiscono sui neutrasmettitori del cervello, come la serotonina, risollevando l'umore. Disturbi articolari, perchè il sole ha proprietà antinfiammatorie, aumenta la produzione di vitamina D e permette di fissare il calcio nelle ossa. Vitiligine, perchè stimola la produzione di melanina.Le macchie chiare sulla pelle, caratteristiche della vitiligine, sono, infatti, dovute proprio all'assenza di melanina. L'esposizione deve essere graduale e fatta nelle ore meno calde della giornata. Acne, perchè i raggi solari hanno proprietà antibatteriche e antinfiammatorie utili per combattere tutte le forme di acne. Diabete, perchè i raggi ultravioletti stimolano la formazione di insulina contribuendo così a far diminuire il valore del glucosio nel sangue. Attenzione, però! Perchè in caso di gravi forme di diabete la stimolazione del pancreas endocrino può risultare sfavorevole per la malattia stessa. Rachitismo, perchè l'elioterapia stimola la trasformazione della provitamina D in vitamina D, necessaria per rafforzare le ossa e prevenire così la malattia. Disturbi circolatori, perchè una passeggiata sotto al sole, sulla sabbia calda e sulle rocce, migliora la circolazione e fa bene ai piedi e alle gambe. L'elioterapia è controindicata in caso di: Ipertiroidismo, perchè gli ultravioletti stimolano indirettamente tutte le ghiandole a secrezione interna a produrre ormoni provocando disturbi come tachicardia o svenimento. Gravi malattie debilitanti, perchè il riscaldamento può provocare ipotensione. Fragilità delle vene capillari e varici, perchè la vasodilatazione stimolata dal calore aggrava il processo varicoso. Infine un'esposizione prolungata alla luce solare può causare crampi da calore, colpo di calore e disturbi agli occhi.