Quando si va in vacanza, insidie come asma e allergie sono dietro l’angolo. Ecco che cosa fare per tutelarsi e limitare i danni, grazie ai consigli di Massimo Alfieri, nuovo presidente di Federasma e allergie onlus.

 “Prepararsi alle vacanzespiega lo specialista - è entusiasmante, ma non esponiamoci a pericoli derivanti da comportamenti poco attenti. Durante le vacanze si desidera allentare la tensione necessaria a controllare i propri sintomi, ma proprio per questo organizzare alcuni aspetti pratici e cercare di dare le corrette informazioni a chi ci sta intorno ci permetterà poi di trascorrere una vacanza serena con i nostri cari” (e le allergie fanno avere voti più bassi).

Allergie e asma: i consigli dell’esperto

Per quanto riguarda le allergie alimentari, il consiglio è di chiedere sempre informazioni sugli allergeni alimentari, esiste una normativa europea che obbliga tutti coloro che somministrano cibi sfusi a dare tutte le informazioni necessarie.

All’arrivo parlate con il responsabile di cucina, il direttore di sala e il direttore dell'hotel per accertarvi che a tutti gli altri addetti alla somministrazione di alimenti venga comunicata la vostra allergia, e che venga attuata la corretta gestione del trattamento degli alimenti.

Portate sempre con voi il farmaco di emergenza salvavita (kit di adrenalina auto-iniettabile). Sul sito di Federasma è possibile trovare un fac-simile in inglese per portare l’adrenalina anche all’estero in aereo.

Allergia al lattice: anche in questo caso, all’arrivo, parlate con il responsabile di cucina, il direttore di sala e il direttore dell'hotel per accertarvi che a tutti gli altri addetti alla somministrazione di alimenti venga comunicata la corretta gestione del trattamento degli alimenti senza guanti di lattice (i menù devono riportare gli ingredienti).

Portate con voi un elenco degli alimenti di più frequente cross reattività con allergia al lattice e segnalarli e portate sempre con voi il farmaco di emergenza salvavita (kit di adrenalina autoiniettabile).

Allergia agli imenotteri: evitare i profumi, vestirsi di colori chiari, evitare movimenti sconsiderati se intorno ci sono api, vespe o calabroni, fare attenzione mentre si mangia, non mettere le mani nelle sedi dove le vespe fanno il nido. Tenete pronto un piano di emergenza in caso di punture di insetti e portate sempre con voi il farmaco di emergenza salvavita (ed è allarme ambrosia).

Asma o allergia respiratoria: scegliete la località tenendo conto anche degli eventuali fattori di rischio di allergia respiratoria: sul sito di Federasma sono disponibili i calendari pollinici.

Gli allergici agli acari della polvere spesso migliorano se passano le vacanze in montagna al di sopra dei 1500/1800 metri. Agli asmatici e allergici ai pollini sono di solito consigliate le località marine.