Sono molte e di diversa entità le reazioni allergiche scatenate dall'assunzione di farmaci non tollerati dall'organismo. In linea generale, gli organi del corpo che ne risultano interessati sono le vie respiratorie, l'apparato gastrointestinale e la pelle. Ma prima di elencare le più comuni reazioni delle allergie da farmaci, queste stesse vanno distinte tra prevedibili e imprevedibili . Per prevedibili si intendono quelle che: dipendono da un iperdosaggio rientrano tra gli effetti collaterali contenuti nel foglietto illustrativo sono effetti secondari del farmaco sono dovuti all'interazione con altri farmaci somministrati contemporaneamente Per imprevedibili si intendono, invece quelle: scatenate da una risposta immunologica dell'organismo del singolo paziente causate da deficit enzimatici e metabolici I disturbi maggiormente riscontrati, soprattutto nei casi di reazioni prevedibili, sono: Reazioni cutanee consistenti in macchie pruriginose ed eritemi Orticaria, che si presenta spesso in seguito all'uso di acido acetilsalicilico Asma, provocata principalmente da analgesici. Purtroppo, però, anche se raramente, l'allergia da farmaci può comportare problemi più gravi, in questi casi si va incontro allo shock anafilattico che consiste in una risposta violenta del sistema immunitario con la liberazione nell'organismo di una grande quantità di istamina. Quest'ultima può addirittura mettere a rischio la vita del paziente perché i malesseri si manifestano in pochi minuti e comportano difficoltà respiratorie e blocco circolatorio. I sintomi dello shock anafilattico, oltre a quelli già descritti, sono: Pallore improvviso Tachicardia Sudorazione Ipotensione In questi casi, il paziente va portato immediatamente al Pronto Soccorso più vicino. Può essere utile chiamare il Centro Antiveleni.