Due-sei mg al giorno di Luteina per prevenire l'insorgenza di cataratta e degenerazione maculare senile (una patologia che colpisce un milione di italiani). E'quanto emerge da una ricerca condotta alla Harvard University. La luteina, infatti, è un carotenoide ad azione antiossidante. Serve soprattutto a proteggere la zona più delicata della retina svolgendo due funzioni: di filtro delle radiazioni luminose, soprattutto della luce blu particolarmente nocive e aggressive; di contrasto nei confronto dell'attacco dei radicali liberi e di "ripulitore" degli stessi radicali già presenti nella retina. Si trova in numerosi vegetali verdi o gialli (broccoli, cavoli, prezzemolo, spinaci, zucche, ecc.). Anche la calendula è ricca di luteina. Assunta con l'alimentazione, tende ad accumularsi nella macula lutea, la parte della retina più importante per la funzionalità visiva. Anche la C ed E svolgono la stessa azione protettiva della luteina proteggendo l'epitelio pigmentato retinico dai danni foto-ossidativi. Il fabbisogno giornaliero è pari a 2-6 mg (2-3 porzioni di spinaci o altra frutta e verdura ad alto contenuto di luteina la settimana). La sua assunzione non presenta controindicazione. In farmacia è possibile acquistare integratori contenenti luteina.