Tutelare i propri diritti o avere un aiuto economico, per un disabile, spesso, diventa un ostacolo insuperabile. Perché la rete di assistenza pubblica in questo campo è molte volte inadeguata. Un grande aiuto viene dalle associazioni fondate dagli stessi genitori di disabili, che danno assistenza specializzata per le singole patologie, promuovono la ricerca scientifica, forniscono informazioni sulle possibili terapie riabilitative e offrono servizi ausiliari, come accompagnamento dei malati e attività ricreative. Perché andare a scuola. Uscire per fare la spesa. Divertirsi come gli altri bambini sia possibile sempre. Senza barriere. Tra queste l' AIPD, l'Associazione italiana persone Down, che gestisce 28 sezioni su tutto il territorio nazionale. L'AIPD nasce per favorire il completo sviluppo fisico e mentale delle persone Down, ma soprattutto per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa sindrome. Per diventare socio AIPD contribuendo così alle attività dell'Associazione basta effettuare un versamento su: conto corrente postale: n. 74685009 intestato all'AIPD conto corrente bancario: n. 13382/1, ABI 3069.2, CAB 5049.2, presso la Banca Intesa BCI spa, Agenzia 7, Roma La quota di iscrizione è di 26 Euro. La raccolta di fondi continua anche grazie alla vendita di Segnalibri, cominciata nel mese di dicembre 2002, prodotti dall'AIPD con l'obiettivo di far conoscere attraverso immagini e brevi testi le persone con la Sindrome di Down e le attività delle Associazione. La serie è composta di 6 Segnalibri, ogni segnalibro costa 1 euro e s'acquista presso le Sezioni AIPD e in altri punti vendita.