Gli alimenti che rinforzano le difese immunitarie contro le allergie primaverili e che, soprattutto, non rischiano di scatenarle sono tanti. Vediamo quali. Tacchino, agnello e sogliola. Tre alimenti che apportano le proteine indispensabili senza pericolo di reazioni incorciate, e che comporterebbe il peggioramento dei sintomi in chi soffre di pollinosi. Ottimo anche il fegato, ricco di vitamina A, che serve a rinforzare il sistema immunitario garantendone il buon funzionamento. E' un nutriente che protegge le mucose e la pelle irritata. Mais in chicchi perchè ricco di riboflavina (vitamina B2), efficace nel mantenere integre le mucose e la cute del naso e delle labbra. Consigliato anche il farro, le cui fibre aiutano la flora batterica intestinale nella produzione di anticorpi che difendono contro tutti gli allergeni. Il farro sostituisce il grano, sconsigliato per chi soffre di pollinosi, soprattutto in questo periodo. Peperoni e zucca. Pieni di vitamina A, considerate a tutti gli effetti le verdure meno allergizzanti. Servono a proteggere le mucose e la cute arrossata. Carote. Ricche di betacartorene, un antiossidante che contrasta i radicali liberi e l'invecchiamento delle cellule. Agrumi. Fonti preziose di vitamina C, antiossidanti che aiutano ad eliminare i radicali liberi prodotti durante le reazioni allergiche. Zucchero di barbabietola. Fornisce un immediato apporto di energia, è un corroborante poco allergizzante.