E' bene rivolgersi al medico non appena si accusano "strani sintomi" come ad esempio un'ingiustificata perdita di peso o un'improvvisa fragilita' ossea. Il medico, analizzando l'intero quadro clinico, precriverà le analisi per una diagnosi precisa. La certezza di celiachia si ha effettuando dapprima un esame del sangue che ricerca la presenza degli ANTI-tTGASI e successivamente con la biopsia intestinale . Una celiachia non diagnosticata in tempi precoci puo' comportare un forte deperimento organico e la conseguente insorgenza di forme tumorali. E', inoltre, importante porre molta attenzione all'almentazione del celiaco, nelle forme piu' gravi anche una piccolissima quantita' di glutine puo' essere la causa di numerosi problemi. Per tale motivo il celiaco deve seguire una dieta priva di glutine, solo in questo modo è possibile recuperare il benessere, solo dopo due o tre settimane il paziente riprende peso e non accusa più particolari sintomi. In seguito alla diagnosi è consigliabile farsi seguire da uno specialista che controllerà lo stato di salute effettuando visite ogni sei/otto settimane.