La nuova Sars provoca altri quattro morti in Arabia Saudita portando il bilancio del virus a 121 vittime: cos’è la Mers e quali sono sintomi e cura?

All’indomani della notizia che altre quattro persone sono morte in Arabia Saudita a causa della Mers  e dopo l’annuncio del ministero saudita di altri 18 contagi per un totale di 449, l’allarme della nuova Sars si fa sempre più acuto.

I nuovi casi sono stati registrati, oltre che a Riyad, anche nelle città occidentali di Gedda, La Mecca, Medina e Najran, vicino al confine con lo Yemen. Questa nuova Sars, che può provocare rapidamente problemi ai reni, è emersa in Medioriente e per questo è stata soprannominata Mers, che sta per Middle East Respiratory Syndrome. L’incubo di tornare a undici anni fa, quando la Sars provocò 800 morti, è sempre più concreto.

Quali sono le cause della nuova Sars

La nuova Sars è un’infezione provocata dal coronavirus MERS-CoV  (Middle East respiratory syndrome coronavirus).Poco tempo fa, un virus della Mers geneticamente identico al 100% a quello umano è stato trovato nelle feci di un pipistrello, prelevate a poco più di dodici chilometri dalla casa di una delle prime persone infettate, in Arabia Saudita, e a meno di un chilometro da dove lavorava. Secondo la Columbia University il pipistrello potrebbe dunque essere il probabile vettore della malattia

Ma una seconda ipotesi, quella pubblicata da Lancet, ritiene che il possibili trasmettitori del virus siano i dromedari, nei quali in molti casi sono stati trovati gli anticorpi contro il virus della Mers.

I sintomi della Nuova Sars

Il coronavirus MERS-CoV fa parte di una famiglia di virus responsabili di infezioni di diversa natura, dal banale raffreddore alla Sindrome acuta respiratoria severa (Sars). Le infezioni da coronavirus si manifestano con febbre e colpiscono le vie respiratorie con tosse, difficoltà nella respirazione e in alcuni casi forme di polmonite. In alcuni casi, come dice l’Oms, si sono registrati anche sintomi quali diarrea e insufficienza renale

Nuova Sars:  come avviene il contagio

Anche se come detto la scienza non ha definitivamente individuato la sorgente delle infezioni, il coronavirus responsabile della Mers appare capace di essere trasmesso tra esseri umani attraverso uno stretto contatto ( in primis familiari e colleghi di lavoro).  Allo stato attuale non si conosce però l’esatto meccanismo di trasmissione del virus ed è ancora presto per dire se la malattia ha le potenzialità infettive per diffondersi su larga scala e dare vita ad epidemie. Al momento però non è ancora disponibile nessun vaccino.