Farmacia.it - 7 febbraio 2005 Una dieta varia ed equilibrata é la migliore garanzia per evitare e prevenire eventuali carenze vitaminiche. Stress, fumo, inquinamento, abuso di alcol e caffé, uso di alcuni farmaci possono determinare una ipovitaminosi che puó ripercuotersi col tempo sulla salute dell'organismo. La carenza anche solo di una delle vitamine (sporadicamente l'eccesso) puó avere gravi conseguenze sullo sviluppo e sul mantenimento degli organi e su tutte le funzioni vitali. Per soddisfare il bisogno giornaliero bisogna assumere da 0,001 a 100 mg di vitamine al giorno. Se manca la vitamina A Una sua carenza rende la pelle rugosa e predispone a malattie dermatologiche, facilita l'arrossamento degli occhi e aumenta la loro irritabilitá e la sensibilitá alla luce, abbassa la visione notturna. La carenza di vitamina A, insieme alla D, puó determinare danni seri (disturbi al fegato, fenomeni depressivi, danni alle articolazioni, alle ossa nelle donne in menopausa e in gravidanza al feto). Riduce la resistenza alle infezioni. In caso di carenze piú gravi l'olio di fegato di pesce é l'integratore di vitamina A piú consigliato, anche se berlo non é per niente un piacere. In alternativa si puó ricorrere alle perle di carota, eccellenti riequilibranti ma che non hanno il cattivo sapore dell'olio di pesce. Se manca la vitamina C La sua carenza é conseguenza di una dieta povera di frutta e verdura, specie in alcuni periodi che necessitano di un aumento della dose giornaliera di vitamina C. Quando la carenza é grave, anemia e indebolimento di denti, ossa, gengive e vasi sanguigni le conseguenze. Se la carenza é lieve, la persona colpita sviluppa una scarsa resistenza alle infezioni. Possono verificarsi emorragie, le gengive cominciamo a sanguinare. Irritabilitá o al contrario depressione possono fare la loro comparsa. Se manca la vitamina B12 Anemia, anomalie nella crescita, depressione e sbalzi d'umore, perdita di memoria sono i sintomi della carenza di questa vitamina. Se manca la vitamina D La carenza di vitamina D si manifesta con carie dentarie, rachitismo e problemi in generale allo sviluppo scheletrico e muscolare. Se manca la vitamina E E' una carenza che si verifica raramente grazie alla presenza dell'olio d'oliva nella nostra dieta di tutti i giorni, una leggera carenza puó comportare: anemia, problemi cardiovascolari e distrofia muscolare, sterilitá, impotenza e aborti spontanei Se manca la vitamina K La carenza di vitamina K puó condurre a problemi di osteoporosi e difficoltá durante la ricalcificazione delle fratture ossee. Emorragie nasali e alle gengive, mancata cicatrizzazione delle ferite gli altri sintomi. Rebecca Di Matteo