Tipo di citologia che utilizza la tecnica dell'agoaspirato. La citologia è un settore della biologia che studia la struttura,la funzione e l'evoluzione delle cellule prese singolarmente. L'agoaspirato,invece,è una tecnica di indagine medica consistente nel prelievo per aspirazione di un tessuto o di un liquido dell'organismo. Il materiale aspirato,successivamente,sarà sottoposto ad esame istologico (studio dell'insieme delle cellule che lo costituiscono) per chiarire ogni dubbio sul tipo di lesione (danno presente nell'organismo) e decidere quale terapia seguire. Utilizzando un ago un po' più grande di quello delle normali siringhe,e senza alcun rischio per il paziente,si preleva un liquido (sangue,muco,ecc.) contenente cellule,che viene preparato in modo opportuno (ad esempio colorato) ed osservato al microscopio. L'analisi al microscopio serve a chiarire qual è la natura del materiale prelevato,sia essa infiammatoria,infettiva,tumorale,benigna o maligna. In genere si esegue durante l'ecografia,in modo da indirizzare con precisione il prelievo su formazioni visualizzate con l'esame ecografico (agoaspirato ecoguidato). La citologia agoaspirativa è eseguita in ambulatori,reparti di ospedali,laboratori d'analisi e tutte le altre strutture sanitarie attrezzate per eseguire la puntura in modo sterile. Dal momento che comporta solo il lieve dolore della puntura con un ago,questa tecnica generalmente è eseguita senza anestesia ed ha una durata breve (da pochi minuti ad un quarto d'ora). Successivamente,il materiale prelevato viene adeguatamente preparato ed inviato agli specialisti addetti (negli ospedali il reparto di anatomia patologica),che,mediamente in un paio di settimane,forniscono il risultato dell'analisi effettuata. Il campo di indagine riguarda per lo più l'analisi di neoformazioni (noduli,cisti e masse),soprattutto molli o liquide,che possono essere facilmente prelevate con un ago,da tiroide,mammella,reni,ecc.. Per le neoformazioni solide,invece,è preferibile eseguire la biopsia.