I neonati prematuri o immaturi (cioè di basso peso,meno di 1500 g) sono particolarmente a rischio e devono essere seguiti con attenzione da personale medico specializzato. Allo scopo nelle strutture sanitarie sono presenti le Unità di Terapia Intensiva Neonatale (UTIN). Rispetto ad un neonato "normale",il neonato immaturo necessita di ulteriori controlli ed interventi specialistici. Alle note problematiche comuni alla crescita di tutti i bambini (ad esempio,l'aumento di altezza e peso,lo sviluppo psicomotorio,lo stato immunitario,la necessità di controlli periodici per valutare gli apparati visivo e uditivo),si aggiungono problematiche "nuove",come l'anemia (malattia caratterizzata da una diminuzione dei globuli rossi o dell'emoglobina o di entrambi) della prematurità,la retinopatia (malattia della retina,che è la parte dell'occhio che trasforma i segnali luminosi in segnali elettrici che,inviati al cervello,permettono la visione) del pretermine,le crisi di apnea (pausa o interruzione del normale respiro) e le nuove forme di profilassi (prevenzione),prima fra tutte quella contro il virus respiratorio sinciziale (infezione provocata da certi virus non individuabili singolarmente,ma che formano tra loro una massa apparentemente unica,detta sincizio).