La Legge 68/99 prevede che i lavoratori diversamente abili siano sottoposti a specifiche visite da parte di apposite Commissioni dell'ASL mirate alla definizione delle sue capacità in merito,onde favorirne l'inserimento nella mansione lavorativa più idonea alle sue esigenze. In seguito a visita di accertamento della sussistenza del tale diritto,sono iscritti al Collocamento obbligatorio per disabili: 1. i soggetti diversamente abili con riduzione della capacità lavorativa maggiore del 45% accertata dalla Commissione Invalidi Civili dell'ASL; 2. i soggetti diversamente abili con riduzione della capacità lavorativa maggiore del 33% accertata dall'INAIL; 3. i non vedenti; 4. i sordomuti; 5. gli invalidi di guerra,civili di guerra e per servizio. Per fare richiesta di visita di accertamento all'ASL bisogna presentarsi presso le Unità Operative di medicina legale ed invalidi civili del distretto sanitario di appartenenza e presentare all'ufficio a ciò preposto: 1. apposito modello in distribuzione; 2. copia del decreto di invalidità; 3. copia di un documento di riconoscimento non scaduto; I disabili già iscritti allo specifico Collocamento,che richiedono il rinnovo del servizio,devono presentare anche la copia di iscrizione; ciò abbrevierà i tempi di attesa. In ogni caso,gli interessati sono convocati per la visita tramite una raccomandata nella quale sono indicati data ed orario della visita e l'elenco dei documenti da portare.