Esame di laboratorio eseguito sul sangue. E' la determinazione del calcio che circola libero nell'organismo. Il calcio è un elemento importantissimo per il nostro organismo: è il costituente fondamentale delle ossa. Ogni giorno dobbiamo assumerne una giusta quantità (il fabbisogno giornaliero di calcio nell'adulto è di 700 mg ed aumenta a 1000-1500 mg nella fase di sviluppo,nella gravidanza e durante l'allattamento). La quantità maggiore di calcio è depositata nel tessuto osseo e si trova in equilibrio con il calcio circolante nell'organismo. Tale equilibrio è regolato dall'ormone paratormone (e vitamina D) che ne aumenta il livello e dall'ormone tireocalcitonina,che,invece,lo abbassa. Il calcio ionizzato rappresenta la quota del calcio circolante fisiologicamente più importante. L'1% di calcio ionizzato,infatti,è una quantità piccola ma di vitale importanza. É essenziale per un sangue sano,combatte l'insonnia,aiuta a regolare il battito cardiaco. Inoltre il calcio controlla il processo di coagulazione e previene l'eccessiva formazione di acidi e di alcali nel sangue. Ha anche un ruolo importante nella secrezione ormonale. Influenza i neurotrasmettitori (serotonina,acetilcolina e norepinefrina),la crescita muscolare,le contrazioni muscolari e quelle nervose. Un aumento dei valori è tipico dell'iperparatiroidismo (malattia dovuta a un eccesso di paratormone,provocato da un'iperattività delle paratiroidi,le cui cellule si riproducono in modo anomalo),di eccesso di vitamina D e di certi tumori del sistema endocrino (l'insieme delle ghiandole dell'organismo). La diminuzione,invece,è provocata da deficit di vitamina D e/o ipoparatiroidismo (malattia dovuta ad una carenza di paratormone).