A partire dai 65 anni di età è purtroppo frequente un calo graduale delle capacità fisiche e intellettive. La situazione può peggiorare se si aggiungono depressione e malattie neurologiche,come l'Alzheimer e il Parkinson,oltre che malattie croniche,come il diabete,l'ipertensione,le malattie del cuore e le malattie dei vasi sanguigni. I servizi sanitari si propongono di promuovere nel cittadino un "invecchiamento migliore" attraverso l'operatività delle Unità operative assistenza anziani del Distretto sanitario di residenza. A tali strutture,gli anziani,o chi per loro,possono richiedere: 1) informazioni e orientamento; 2) valutazioni periodiche dello stato fisico,mentale e socio-ambientale per prevenire il rischio di perdere l'autosufficienza; 3) assistenza specialistica da parte di una équipe di medici geriatri e infermieri in ambulatorio,a domicilio,nei centri diurni e nelle residenze; 4) visita geriatria,previa presentazione della richiesta formulata dal medico di famiglia.