E' un esame che permette di studiare la superficie della cornea,la lente naturale dell'occhio. Non è dolorosa ed è di semplice e rapida esecuzione: lo strumento proietta una serie di anelli luminosi ed elabora l'immagine riflessa dalla cornea,creando una stampa con diversi colori,che è interpretata dal medico. La topografia corneale è uno degli accertamenti che devono essere eseguiti prima di effettuare un intervento di chirurgia refrattiva (branca della chirurgia che ha lo scopo di ridurre o di correggere i principali difetti visivi,quali miopia,ipermetropia e astigmatismo,rimodellando la superficie della cornea) allo scopo di programmarlo in maniera ottimale. E' anche un esame indispensabile per la valutazione del cheratocono,ovvero la deformazione graduale della curvatura della cornea,che assume una forma a cono. In tal caso la sua funzione è duplice: monitorare la progressione della malattia e "progettare" una lente a contatto su misura per la correzione dei disturbi della vista associati.