Dolore al tratto cervicale (zona del collo). La zona cervicale è molto mobile; consente alla testa di girare velocemente in moltissime direzioni ed allo sguardo di essere molto mobile. Questa zona del corpo,però,è facilmente esposta a traumi pericolosi,come il "colpo di frusta" o quelli conseguenti a particolari attività sportive (es. la lotta,dove il collo diventa strumento di presa). Le cervicalgie generalmente non durano a lungo e si risolvono spontaneamente,soprattutto se causate da una semplice infiammazione o da un colpo d'aria. A volte,però,sono correlate a spasmi muscolari,alla compressione della radice di un nervo,provocata da un movimento brusco,o ad un eccessivo stress prolungato. In questi casi il dolore tende a cronicizzarsi ed allora bisogna intervenire,scoprendone la causa ed agendo quindi in modo opportuno. Alla base delle cervicalgie ci possono essere anche alcune malattie (discopatie,ernia del disco,artrosi,artrite reumatoide). Inizialmente i sintomi consistono in grandi stanchezza,debolezza o pesantezza al tratto cervicale,che man mano si intensificano diventando un dolore sopportabile ma continuo,che successivamente si trasforma in un dolore diffuso al collo,che può estendersi alla testa,provocando emicranie o cefalee (mal di testa). La terapia deve essere stabilita sulla base del fattore che ha originato il problema. Si consiglia visita ortopedica.