Gli apparecchi gessati sono dispositivi utilizzati per l'immobilizzazione di una parte del corpo (articolazione o segmento scheletrico) lesa: si avvolge con cotone la parte interessata; poi,si fascia il tutto con una benda impregnata di pasta di gesso o altro materiale indurente. L'apparecchio gessato toraco-brachiale,in particolare,riguarda contemporaneamente il torace e il braccio (o le braccia). Gli apparecchi gessati sono utili in caso di distorsioni o fratture. Una distorsione è la lesione di un'articolazione (giunzione tra due ossa che ne consente il movimento). É provocata da un trauma indiretto,che,cioè,non agisce direttamente,ma impone all'articolazione un movimento smisurato e anormale (ad esempio un colpo o un movimento brusco). Le distorsioni lievi guariscono senza complicazioni; basta osservare il riposo ed applicare ghiaccio. Le forme gravi,invece,specie se non trattate in modo tempestivo e adeguato,possono far indebolire l'articolazione predisponendola a nuove distorsioni o alla comparsa di artrosi (malattia degenerativa delle cartilagini che rivestono le ossa). In tal caso si procede all'immobilizzazione con apparecchio gessato per venti o trenta giorni,seguita da ginnastica rieducativa. Una frattura,invece,è la rottura di un osso. Si parla di frattura scomposta o composta a seconda che si abbia o meno lo spostamento dei frammenti dell'osso. L'uso di apparecchi gessati è relativo alla terapia delle fratture composte. Negli altri casi,è necessario l'intervento chirurgico. L'applicazione di apparecchi gessati al torace è utile per correggere le deformazioni della colonna vertebrale. Si tratta per lo più di casi gravi di scoliosi (curvamento laterale della colonna vertebrale),che non traggono giovamento dalla ginnastica correttiva. In questo caso l'apparecchio gessato (busto) deve essere indossato finché lo scheletro non abbia completato l'accrescimento.