Neoplasie particolarmente diffuse nei maschi che hanno superato i cinquant'anni d'età. I tumori della vescica possono essere benigni (papillomi) o maligni (carcinomi papillari). Tuttavia,poiché generalmente i papillomi,anche se asportati si ripresentano (recidiva) trasformandosi in forme maligne,si è soliti considerare globalmente maligne le neoplasie della vescica. I fattori che maggiormente predispongono a tali tumori sono il fumo ed alcune sostanze (ad esempio l'amilina) che sono inalate e poi eliminate attraverso le urine. Il sintomo d'allarme è la presenza di sangue nelle urine,che,solitamente consegue ad un'aumentata frequenza della minzione (emissione di urina) spesso associata a dolore. La terapia è chirurgica,eventualmente seguita da chemioterapia.