CHE COS'E': É un tumore localizzato alla parte terminale dell'intestino. Consiste in una massa di cellule che si riproducono in modo incontrollato e che nella maggior parte dei casi si sono originate nel tessuto che riveste internamente quest'organo. Il cancro del retto può essere di aspetto vegetante,cioè è una massa carnosa che si accresce verso l'interno,oppure scirroso,vale a dire che infiltra tutta la parete del retto trasformandola in un tessuto duro e fibroso,che si mostra con margini duri e rilevati con il fondo ricoperto da bottoni che sanguinano facilmente. COME SI MANIFESTA: I sintomi sono: sensazione di avere un corpo estraneo nel retto,stimolo frequente alla defecazione senza che questa si compia,emissione di feci mescolate a sangue. Il cancro del retto può portare come conseguenze le emorroidi (dilatazione delle vene intorno all'ano),l'emorragia (forte sanguinamento) o infezioni. Lo strumento di diagnosi dei tumori rettali è la rettoscopia che consente,grazie al rettoscopio (strumento dotato di telecamera) di esplorare il retto e di prelevare frammenti della massa tumorale per sottoporli all'esame al microscopio.