CHE COS'E': L'allergologia è una branca della medicina che studia l'allergia e le sue manifestazioni. Le allergie sono stati di abnorme sensibilità ad una o più sostanze (allergeni),per le quali i soggetti "normali" non presentano alcuna reattività. In pratica,si tratta di una reazione di difesa esagerata che il sistema immunitario oppone a sostanze di per sé innocue. L'allergologia si occupa di capire le cause che provocano le manifestazioni allergiche e del loro trattamento. Tra le manifestazioni allergiche più comuni ci sono: difficoltà respiratoria (asma),prurito e vesciche infiammatorie (dermatite da contatto),arrossamento della cute ad aspetto squamoso (eczema),prurito agli occhi,sensazione di naso chiuso o naso che cola (raffreddore da fieno),mal di testa (emicrania). Molto diffuse sono anche le allergie alimentari dovute ad alcuni cibi (latte di mucca,albume delle uova,ecc.) e l'allergia ai farmaci. L'accertamento di un'allergia può essere eseguito in vari modi. Il rast test è un particolare test di laboratorio; consiste nella determinazione delle IgE specifiche (anticorpi) nel sangue. Nei soggetti che non sono affetti da allergia questi anticorpi sono assenti. Il prick test è un esame che misura la sensibilità della pelle a determinati stimoli,indotti dal medico. Questi pone sul braccio o sulla schiena del paziente qualche goccia dell'estratto delle sostanze che più comunemente danno origine a reazioni allergiche e punge la pelle in corrispondenza della goccia. Dopo 15-20 minuti si osserverà una piccola infiammazione locale in corrispondenza della o delle sostanze mal tollerate. Il patch test è un test specifico per la diagnosi delle dermatiti da contatto (infiammazione della pelle provocata da una sostanza che causa allergia). Consiste nell'applicare sulla pelle della schiena del paziente,che lamenta sintomi attribuibili ad un'allergia,alcuni dischetti di alluminio contenenti ciascuno un allergene (metalli,farmaci,profumi,ecc.) potenzialmente responsabile della dermatite. I dischetti vengono mantenuti sulla pelle per 24-48 ore con particolari cerotti. Tolti i dischetti,si attesterà un'eventuale risposta allergica a qualcuna delle sostanze applicate attraverso la presenza di arrossamento,prurito e piccole vescicole (bollicine) localizzate alla sede di contatto. Per la diagnosi di allergie che provocano difficoltà respiratorie è utile eseguire una spirometria,vale a dire la misura del volume d'aria inalato (immesso nei polmoni) o espirato ("cacciato fuori") ad ogni respiro. Si utilizza uno strumento chiamato pirometro,collegato ad un computer che calcola i valori spirometrici in base all'età ed al sesso,fornendo una misurazione obiettiva della funzionalità polmonare.