CHE COS'E': L'andrologia è una branca della medicina che si interessa degli individui di sesso maschile e delle malattie che colpiscono esclusivamente i maschi. Studia la struttura,le funzioni e le malattie dell'apparato riproduttore maschile,vale a dire degli organi genitali maschili (testicoli,vie spermatiche e pene) e dei cosiddetti organi accessori dell'apparato riproduttore maschile (scroto e prostata). Molto importante in tale campo è l'aspetto psicologico,in quanto il paziente,spesso in modo ingiustificabile,teme le malattie a trasmissione sessuale,la sterilità (incapacità di riprodursi) e l'impotenza (incapacità di compiere l'atto sessuale in modo normale e completo). Le malattie andrologiche sono diverse per le varie età. Negli individui giovani sono frequenti il varicocele (alterazione delle vene che raccolgono il sangue proveniente dall'epididimo e dal testicolo; l'epididimo è il canale lungo il quale "corrono" gli spermatozoi) e le malattie sessualmente trasmissibili (tutte le infezioni trasmesse attraverso i rapporti sessuali negli anziani,invece,sono più frequenti i problemi della prostata (ghiandola dell'apparato genitale maschile,che produce il liquido in cui "viaggiano" gli spermatozoi) ed erettili (l'erezione è il processo di turgore con indurimento,determinata dall'afflusso di sangue nei corpi cavernosi e che,nell'uomo,permette di introdurre il pene nella vagina). Per lo studio dell'apparato genitale maschile si ricorre soprattutto all'ecografia (addominale,della prostata,dei testicoli). Si tratta di un'indagine diagnostica non pericolosa,né dolorosa,basata sulla rilevazione dell'eco di ultrasuoni (onde sonore non percepibili dall'orecchio umano) inviati su un organo od un tessuto interno dei quali si ottengono immagini in movimento o fotografiche. Per l'esecuzione di un'ecografia,viene utilizzato uno strumento (un trasduttore) capace di emettere ultrasuoni. Dopo aver spalmato la pelle del paziente in corrispondenza dell'organo o del tessuto che si vuole esaminare con un appropriato gel,che ha lo scopo di trasmettere le onde sonore all'interno del corpo,si fa scorrere lentamente il trasduttore. Le superfici dei tessuti e degli organi interni riflettono gli ultrasuoni: si ha un'eco ("suoni di ritorno") che è rielaborata da un computer,con ottenimento finale di un'immagine,che è visibile su un monitor e descrive quanto avviene all'interno dell'organismo.