Sono dispositivi che vengono inseriti con tecnica percutanea (attraverso la pelle) in vene superficiali di pazienti che devono sottoporsi immediatamente o per un tempo limitato a terapia infusiva (ad esempio una flebo). Le vene dell'avambraccio o della mano sono le più sfruttate. Esistono vari dispositivi per l'accesso venoso periferico,tra i quali vengono adoperati soprattutto gli aghi a farfalla e gli aghi cannula. Gli aghi a farfalla si utilizzano per la somministrazione di terapie infusive sporadiche e/o di breve durata e per effettuare prelievi di sangue di bambini e pazienti che hanno una "vena difficile". Gli aghi cannula,con guida in acciaio e cannula,invece,sono impiegati per terapie infusive continue o ripetute più volte nell'arco della giornata (flebo). E' importante scegliere l'ago in base alla vena,dopo aver constatato che questa è priva di ematomi,segni d'infiammazione,ecc..