Molte sono le cause che possono andare ad intaccare la funzionalità dell'occhio. Proteggere quest'organo diventa, dunque, fondamentale per salvaguardare la vista.

In quasi tutte le attività quotidiane bisogna adottare misure cautelative in tal senso. Un consiglio particolare è rivolto a tutti coloro che, in questo periodo, sono in vacanza in montagna. In tale situazione, infatti, i raggi solari possono causare danni di una certa importanza.

Nonostante le naturali difese (sia alcuni pigmenti che si trovano nella retina sia il cristallino filtrano e assorbono le radiazioni del sole) i nostri occhi vanno protetti in modo opportuno. La prima, e più utile, misura cautelativa consiste nell'indossare lenti protettive che evitino il passaggio dei raggi nocivi.

Le lenti devono essere in grado di assorbire il 100% dei raggi nocivi. Avere una montatura avvolgente in modo da non permettere passaggi laterali. Correggere il difetto della vista di cui si soffre. Anche in ufficio è opportuno stare attenti a non assumere comportamenti errati. Il computer non ha, in assoluto, effetti negativi sulla vista, può, invece, diventare nocivo se associato al non rispetto di alcune semplici regole.

E' bene ricordare che: l'ambiente deve essere illuminato di luce naturale o quanto meno di luce alogena. Il monitor va sottoposto a controlli tecnici periodicamente, eventuali difetti come caratteri non definiti o colore eccessivamente marcato possono essere all'origine di fatica visiva. I portatori di lenti a contatto devono utilizzare colliri di lacrime artificiali.