Il modo migliore per combattere la ritenzione idrica è quello di mangiare cibi che servano a prevenirla e di evitare gli alimenti che la favoriscono.

Consigli e suggerimenti

  • Puntate su una dieta che preveda principalmente alimenti che disintossicano e depurano l'organismo eliminando scorie e liquidi in eccesso. Tra questi il finocchio, povero di calorie e ricco di vitamine e sali minerali, soprattutto di potassio, molto efficace per contrastare la ritenzione idrica, perché facilita la diuresi. Oltre ai finocchi, contengono potassio anche pomodori, carciofi, fagiolini, zucchine, spinaci e peperoni. Hanno proprietà diuretiche e disintossicanti anche la cipolla, cruda, gli asparagi, ricchi di vitamina A e C e il sedano, che regolarizza le funzioni intestinali e permette ai reni di eliminare le sostanze tossiche più facilmente. Tra la frutta, invece, può essere utile l'ananas, che aiuta a combattere la ritenzione idrica e protegge i tessuti danneggiati dalle tossine. E che inoltre, poiché è ricco di sodio e di vitamina A, favorisce la circolazione, stimola il metabolismo e aiuta la digestione. Anche il pompelmo, che contiene vitamina C, ha un'azione disintossicante e come già l'ananas facilita l'ossigenazione dei tessuti e migliora il flusso sanguigno. Infine, si può approfittare di melone e anguria, frutta di stagione ricca di acqua e con poche calorie, il cui effetto diuretico è particolarmente efficace se consumati lontano dai pasti principali.
  • Eliminate gli alimenti ricchi di zuccheri, grassi e sodio perché facilitano l'accumulo di grasso localizzato e la ritenzione idrica. Tra questi, i formaggi stagionati, i salumi, il lardo, lo strutto, la maionese, la salsa di soia, i dadi, i fritti, il cioccolato, i dolci con creme e panna, i succhi di frutta, le bibite zuccherate, il caffè e gli alcolici.
  • Bevete tanta acqua, almeno 1 litro e mezzo-2 litri al giorno, preferibilmente oligominerale, soprattutto lontano dai pasti per sciogliere in ogni momento i sali presenti nei tessuti, colpevoli della ritenzione idrica. In più, l'acqua rende elastici i tessuti e rivitalizza la pelle perché libera l'organismo dalle impurità. Anche le tisane a base di betulla, menta, ortica, verbena e tè verde possono favorire la diuresi e combattere l'azione dei i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento.
  • Riducete il consumo di sale, perché questo minerale favorisce il ristagno di liquidi nei tessuti. La dose consigliata è di 2 g. Si raccomanda, pertanto, di non superare i 5-8 g al giorno. Anzi, sostituitelo con erbe aromatiche come origano, finocchio, timo e maggiorana.